Gli ultimi giorni li abbiamo trascorsi a Kuala Lumpur, una città che durante questo viaggio è stata un po’ come la nostra casa nel Sud Est Asiatico. Abbiamo fatto un po’ di shopping di regali ed approfittando degli sconti abbiamo rinnovato un po’ il guardaroba.

È arrivato il momento di rientrare e di terminare questa meravigliosa esperienza.

Non possiamo dire di essere tristi, perché questa scelta è stata nostra. Torneremo a vedere le famiglie, gli amici ed ad uno stile di vita più stabile. Non possiamo nemmeno dire di essere contenti, perché viaggiare, vedere luoghi meravigliosi, conoscere culture e persone, è ciò ce più ci piace e perché non sappiamo ne se ne quando, avremo di nuovo la possibilità di fare un viaggio di questo tipo. Sono sentimenti contrastanti che ci lasciano in un limbo.

Quante volte con gli amici o da soli abbiamo sognato ad occhi aperti? E quante persone possono dire di avere raggiunto i propri sogni? Noi lo abbiamo fatto! In questi 17 mesi, abbiamo viaggiato in 17 paesi diversi ed abbiamo letteralmente fatto il giro del mondo!!! Abbiamo fatto per un anno e mezzo una vita indimenticabile!!!

Agli amici, che ci hanno conosciuto durante questo viaggio, sembra impossibile che torneremo a fare una vita “normale” e sono sicuri che presto partiremo di nuovo. È vero, non sarà facile, ma questa vita “normale” un po’ ci manca. Un luogo da poter chiamare casa, con le nostre cose, una cucina nella quale cucinare i nostri piatti preferiti ed un armadio dove poter scegliere tra più di 5 magliette e 2 pantaloni sempre stropicciati.

Rientriamo in Europa per ricominciare tutto da zero, non sappiamo dove andremo a a vivere, dove troveremo lavoro e nemmeno se la situazione economica ci permetterà di rimanere in Europa o se dovremo trasferirci più lontano.

Questi sono i dubbi che abbiamo e che un po’ ci inquietano. Tutti i cambiamenti inquietano, è stato così quando abbiamo deciso di partire, di lasciare le nostre vite a Barcellona ed è così adesso che abbiamo decido di rientrare.

Una cosa è sicura: che siamo cambiati, ci siamo trasformati come persone ed abbiamo chiaro cosa vogliamo e cosa non vogliamo per noi stessi. Dopo questo viaggio siamo sicuri che se arriveremo al punto che la nostra vita non ci piace più, cambieremo strada, come già abbiamo fatto ed abbiamo dimostrato a noi stessi. La vita è una sola de è molto corta per non essere felici!!!

Un’altra parte affascinante di questa esperienza è stato di scrivere il nostro primo blog. Iniziammo a scriverlo per raccontarvi questo lungo viaggio: le nostre avventure, le belle e le brutte esperienze, i momenti difficili e quelli felici e sopratutto per sentirvi più vicini anche se lontani. Abbiamo anche voluto far capire, e speriamo di esserci riusciti, che fare il giro del mondo non è qualcosa di impossibile. E se persone normali come noi lo hanno potuto fare qualsiasi persona lo puó fare! Non servono molti soldi come si pensa bisogna solo volerlo davvero!!

Vogliamo ringraziare tutti voi che in questi mesi ci avete seguito attraverso il blog, ci avete dato tante soddisfazioni e motivazioni per continuare a scrivere e sopratutto per continuare a farlo in tre lingue. Questo giro del mondo termina qui ma il blog non chiude. Abbiamo molto materiale che non siamo ancora riusciti a condividere con voi per mancanza di tempo dato che scrivere il blog viaggiando non permette di scrivere molto più di una cronaca. Continueremo raccontandovi di questo lungo viaggio, di nuove avventure (perché continueremo a viaggiare ogni qualvolta che potremo), scriveremo più consigli di viaggio e suggeriremo nuovi itinerari. Inoltre ci saranno delle belle novità e nuove modifiche. Speriamo che continuiate ad essere dei nostri!

Adesso siamo a casa con le nostre famiglie; dall’Italia e dall’Ungheria mandiamo un grosso abbraccio a tutti i nostri lettori!!!!!!