Ao Nang è un buon punto di partenza per fare delle escursioni nelle isole vicine. La prima escursione che ci fece voglia, anche per il prezzo economico, è stata quella delle quattro isole. Con due spagnoli di Barcellona (casualmente) ed una ragazza di origine Argentina che però vive a NY, abbiamo trascorso la giornata parlando spagnolo e divertendoci in una barca nella quale esclusi noi ed una coppia di francesi, erano tutti cinesi.

Anche questa volta eravamo a bordo di una long-tail boat (barca tipica thailandese) per scoprire le isole relativamente vicine alla costa di Ao Nang.

Passare con la barca tra tutti questi isolotti grandi e piccoli è stato molto bello ed un’esperienza nuova; inoltre c’era un sole bellissimo!!

Arrivammo nell’isola Tup; che in realtá sono tre isole che con la marea bassa sono collegate tra loro da una lingua di sabbia bianca. Non ci aspettavamo di essere da soli ma nemmeno che ci fosse così tanta gente. Cosa ci sarà qui in alta stagione?!

Trovato un posticino tranquillo nel mare ci siamo messi a mollo a chiacchierare con i ragazzi spagnoli. Per fortuna eravamo arrivati sull’isola tra gli ultimi così almeno ci siamo goduti gli ultimi minuti con meno gente ed abbiamo potuto fare delle foto più o meno decenti.

Continuammo fino alla Chicken Island (isola della gallina), il nome viene dal fatto che sull’isola c’è una roccia molto alta che sembra davvero la testa di una gallina. Non c’è spiaggia, ma il tour si ferma ugualmente per fare snorkelling. C’era poca visibilità, il fondale era sabbioso, praticamente non si vedeva nulla ma almeno ci siamo fatti un tuffo.

All’ora di pranzo abbiamo approdato nell’isola Poda dove di fronte alla spiaggia c’era un isolotto bello alto.

Il pranzo fu una grata sorpresa, proprio inaspettata un buffet di piatti tipici thailandesi; davvero non ce lo aspettavamo da un’escursione così economica!! Vennero a visitarci anche le scimmie dell’isola, meno male che arrivarono quando avevamo già finito di mangiare!! All’inizio si limitavano a rubare le bottiglie d’acqua e bere dalle bottiglie come le persone (ci siamo fatti quattro belle risate), poi iniziarono ad essere aggressivi e riuscirono a rubare un sacchetto di patatine dallo zaino di una ragazza.

L’ultima fermata è stata a Phra Nang Cave Beach che noi avevamo già visto il giorno precedente. La spiaggia e molto bella quindi non ci dispiacque tornare un’altra volta. In conclusione l’escursione non è stata male, il viaggio in barca divertente e le spiagge molto belle, lo snorkelling lasciava a desiderare ma la compagnia era eccellente!!

VEDI ITINERARIO DI VIAGGIO IN THAILANDIA COMPLETO

Inizia ad organizzare il tuo viaggio